Sottocasco sci e snowboard

Mostrando 1 - 23 di 23 articoli

Sottocasco e calotte per sciare a fare snowboard

Sottocasco sci e snowboard solo per chi desidera il meglio

Se la neve e l’inverno sono la tua passione ma il freddo eccessivo o il clima invernale ti spaventa, non devi più temere, potrai goderti una divertente giornata sulle piste di sci, arricchita da una deliziosa colazione per affrontare al meglio la discesa. I sottocaschi che proponiamo sono adatti a tutte le condizioni climatiche, offrono protezione e massima copertura sia per il caldo che per il freddo; costituiti da materiali di primo livello si tratta di un prodotto tutt’altro che accessorio! Giochi di parole a parte, per te che ami la montagna e vuoi godertela al massimo senza preoccuparti del rigido inverno, abbiamo il prodotto ideale, indispensabile e confortevole come pochi altri del settore. Sulla nostra piattaforma Web troverai tantissimi modelli (aperto, chiuso, calotta, passamontagna, ecc.), da quelli integrali a completa protezione del viso fino a quelli più semplici a calotta, che proteggono la parte superiore della testa. A dir poco rivoluzionari, i sottocaschi in pile tecnico batteriostatico, antivento e antipioggia. Dalle caratteristiche altamente performanti (fino a 10000 mm di colonna d’acqua) sono incredibili e unici per la stagione invernale. Dovete sapere che Kedra-T utilizza anche tessuti certificati WindteX, costituiti da tre strati separati da una membrana, che non permette a vento e acqua di passare ma che, tuttavia, consentono una completa traspirazione. Troppo bello per essere vero? Vi garantiamo che in questo caso la realtà è molto meglio della fantasia e noi ne abbiamo da vendere. Siamo dinnanzi ad un’autentica innovazione nel campo dei tessuti! Se sei stanco della città, sempre più inquinata e caotica, e non desideri altro che il contatto con la natura in un ambiente incontaminato di grande suggestione, non devi far altro che rilassarti, dotarti del sottocasco Kedra-T e respirare aria pulita. Non sei convinto? Non credi? Cosa aspetti? Non c’è modo migliorare di provare per credere.